Cusco: le 5 attività imperdibili!

Cusco, la città che non puoi perdere in un viaggio in Perù! Non solo è una delle città più belle del Paese, ma è anche la base di partenza per i luoghi più incredibili di questo viaggio.

Racchiusa tra le vette andine, a circa 3400 metri, Cusco è un vero gioiello inca, considerato l’ombelico del Mondo. E’ tradizione, è avventura e natura, è storia e modernità, è vibrante e seducente.

4 notti sono il minimo, perchè le cose da fare sono moltissime ed io ti consiglio quelle che assolutamente devi inserire nell’itinerario!

Cusco: Trekking per Machu Picchu

Non potevo non partire dal luogo più conosciuto del Perù, una delle 7 meraviglie del Mondo: Machu Picchu. A seconda di quanto tempo avete a disposizione e dei vostri interessi, potete scegliere se raggiungere e visitare Machu Picchu in 1 giorno o se conquistarla a piedi, con trekking che vanno da 2 a 5 giorni, i più famosi sono l’Inca Trail e il Salkantay Trail. Se siete amanti dell’avventura e dello sport esiste anche un trekking alternativo, ovvero il Jungle Trek, dove si alternano tratti a piedi e tratti in bici e zip line o rafting! Insomma, ce n’è per tutti i gusti!!

Qualunque sia la vostra scelta, dato che è uno dei siti archeologici più famosi al Mondo e che gli ingressi giornalieri sono stati ulteriormente ridotti, vi consiglio di prenotare il prima possibile. E se riuscite, comprate il biglietto per l’ingresso delle 6 del mattino, è il primo della giornata, così sarete dentro in pochissimi!

Noi abbiamo scelto di raggiungere Machu Picchu con il Salkantay Trek di 4 giorni, organizzato dall’agenzia Salkantay Trekking. Ve li straconsiglio perchè sono perfettamente organizzati, si dorme in posti fighissimi e tutto è gestito in maniera professionale. Sul loro sito trovate qualsiasi informazione: prezzo, descrizione del percorso, cosa portare, dove dormirete, ecc.

E’ stata un’esperienza che sognavo da tempo e non ha deluso le mie aspettative: 3 giorni di cammino (a tratti molto impegnativo), attraversando scenari meravigliosi: un lago dai colori spettacolari, vette innevate, cascate, boschi e giungla!

Conquistare il sito Inca più famoso al mondo, a piedi, è stata una soddisfazione enorme! Lascio parlare le foto.

Cusco: Valle Sacra, Maras e Moray

Questi Inca erano dei veri geni! E conoscere il Perù significa trovarsi immersi nell’architettura e nelle creazioni Inca. A pochi chilometri da Cusco si trovano 2 siti imperdibili che potrete raggiungere con una escursione giornaliera. Visiterete le Saline di Maras, centinaia di vasche piene d’acqua con un alto contenuto di sodio che producono sale. Dal 2019 non è più consentito camminare tra le saline, ma potrete ammirarle dall’alto, uno spettacolo stupendo!

Il secondo sito è quello di Moray, dove gli Inca dimostrano la loro estrema genialità: si tratta di un laboratorio genetico di semi per la coltivazione, ogni terrazzamento aveva una temperatura diversa, per testare il microclima più adatto ad ogni pianta.

Potete scegliere di fare quest’escursione con un’auto privata o con un tour organizzato in autobus. Oppure come abbiamo fatto noi, in quad! Un’esperienza divertentissima che vi farà apprezzare lo scenario della Valle sacra, tra villaggi e coltivazioni. Noi ci siamo trovati benissimo prenotando con l’agenzia PERU HOP direttamente il giorno precedente a Cusco.

Cusco: Trekking alle Rainbow Mountains

Scoperte ufficialmente pochi anni fa, addirituttura non sono ancora presenti in molte guide turistiche, è LA META da fare assolutamente! Anche se non siete sportivi, non vi piace camminare, non trovate scuse! Piuttosto fatevi portare a cavallo, ma è un luogo da vedere.

L’escursione parte molto presto, intorno alle 3 del mattino. Il primo tratto in minivan dura circa 1 ora e mezza e poi vi fermerete a fare colazione (circa 30 minuti). Dopodichè c’è un altro tratto in van di un’ora circa per raggiungere il punto di partenza del trekking. Tra una cosa e l’altra si inizia a camminare intorno alle 7.30. I tempi di salita dipendono ovviamente dal vostro passo, considerate circa 1 ora e mezza per raggiungere la vetta.

Prima di scendere, vi proporranno di fare una deviazione per la Red Valley, un altro spettacolo della natura che merita! Ci vorranno circa 20 minuti per raggiungerla (in piano, niente fatica!).

Rientrerete a Cusco verso le 15.00, pranzo compreso!

Anche questa escursione l’abbiamo prenotata con PERU HOP al costo di 30 dollari a persona + 20 soles pagati in loco per la Red Valley.

*Consiglio: Clima e abbigliamento. In questo trekking raggiungerete 5200 m, quindi farà un po’ freddo, ma pensavo peggio! Certo, in vetta tira un bel vento, ma come sempre vale la regola del vestirsi a cipolla. Noi avevamo pantalone lungo, maglietta a manica corta + maglietta termica a manica lunga e il micropiumino (che durante la salita abbiamo tolto). Non dimenticate mai il cappello (fondamentale anche per l’altitudine) e i guanti!

Cusco: Perdersi nei suoi mercati

I mercati sono la mia passione e quando riesco non me li perdo. Adoro i mercati asiatici e mi hanno fatto impazzire quelli in Guatemala! Anche Cusco ha il suo mercato più famoso e turistico che è il Mercato de San Pedro. Sicuramente fateci un salto, al mattino presto, ma poi proseguite per il vicino Mercado de Ccascaparo che si sviluppa sia all’interno sia all’aperto. L’ho trovato decisamente più autentico. Inoltre, è organizzato in maniera perfetta: è suddiviso per tipologie di merci; quindi, per esempio, la zona delle patate, quella del mais e persino la sezione dei parrucchieri! Preparatevi perchè, soprattutto nella parte della carne, dovrete avere uno stomaco forte!!

Cusco: Provare il cibo locale

Il Perù è uno dei Paesi dove ho mangiato meglio. Grazie alla diversità climatica delle varie zone, hanno a disposizione una varietà di materie prime che gli ha permesso di sviluppare una cucina molto interessante.

Tra i cibi che vi consiglio di provare ci sono: la carne di alpaca (quella di lama non la troverete perchè qui è considerata sacra), il cuy che è considerata una vera prelibatezza (si tratta del porcellino d’India), la quinoa (il cereale per eccellenza utilizzato per zuppe, insalate e persino bibite!), patate di ogni tipo e forma (pensate che hanno più di 6mila varietà!), avocado (dimenticate quelli che trovate in Italia …) e il ceviche (superlativo). Per quanto riguarda le bevande, non perdetevi i succhi con la frutta fresca, la birra Cusquena e il Pisco sour!

A Cusco, trascorrendo diverse notti, avrete la possibilità di provare qualche ristorante. Noi ve ne consigliamo 2 per la cucina locale.

Pachapapa

Se volete provare il cuy, qui li cuociono direttamente nel forno all’esterno, ma vi consiglio di prenotarlo. Fanno anche delle ottime zuppe! Il ristorante è sempre pieno, ma se c’è fila aspettate perchè ne vale la pena e nell’attesa bevete il pisco sour che fanno nel loro bar! Inoltre si trova in zona San Blas, la mia preferita!

A mi manera

Locale più “ricercato” rispetto al Pachapapa. Si trova all’interno di una corte, quindi rimane più appartato. Il cibo è ottimo e il servizio molto attento. Io sono impazzita per il loro ceviche e la carne di alpaca. Abbiamo bevuto persino il vino!

Se invece volete staccare un po’ dalla cucina locale, vi consiglio questo posto dove fanno degli hamburger ottimi!

Chakruna Native Burgers

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.