Bagan, emozione pura e un tempio speciale!

Ci sono luoghi al mondo che sono speciali. E lo sono in modo oggettivo, lo intuisci nel momento in cui vedi una fotografia e viene poi confermato quando ci metti piede sul serio.

Chiunque veda un’immagine di Bagan non può che restare a bocca aperta di fronte a tanta bellezza.

Ho tenuto per ultimo il racconto di questa città, forse perché inconsciamente volevo custodire gelosamente questo prezioso ricordo e tenerlo tutto per me…

A Bagan ho vissuto uno dei momenti più belli delle mie due settimane in Birmania. Mi sono sentita libera e talmente felice che sentivo un nodo alla gola e il cuore scoppiarmi dall’emozione. Continue reading

Mandalay: dentro e fuori

La seconda città più grande del Myanmar è raggiungibile da Yangon con un volo di circa un’ora oppure, se avete più tempo, potete utilizzare un autobus notturno.

Fermatevi in città almeno due notti, altrimenti non avrete il tempo di vedere tutto.

Mandalay città è ricca di templi interessanti, ma le vere attrazioni si trovano nei suoi dintorni, precisamente nella visita alle 4 antiche capitali.

Ecco come io ho organizzato i miei due giorni. Continue reading

GOLDEN ROCK, EQUILIBRIO SOPRA LA FOLLIA!

Com’è che si dice … “non è la destinazione, ma il viaggio che conta …“.

E il viaggio per arrivare alla Golden Rock è davvero incredibile, ma questo te lo racconterò più avanti …

Ci troviamo in Myanmar, precisamente a Kinpun, a circa 185 km a est di Yangon.

Kinpun è un minuscolo paesino, dove non c’è assolutamente null’altro. E’ fuori da qualsiasi tragitto e per questo se volete visitare la famosa Roccia Dorata dovete proprio andarci apposta!

Potete arrivarci da Yangon oppure, come noi, dal nord – precisamente dal Lago Inlè – con un autobus notturno che ferma a Bago. Da Bago con un minivan, in circa 2 ore si arriva a Kinpun, cittadina ai piedi del Monte Kyaiktiyo, dove appunto si trova la Golden Rock.

Per la visita vi consiglio comunque di fermarvi una notte, perchè pensare di farlo in giornata da Yangon è una bella mazzata!

Continue reading

[Gli imperdibili] 6 cose da fare a Yangon

Se state organizzando un viaggio in Myanmar, certamente includerete almeno una notte nella sua città più grande. Fino a pochi anni fa Yangon era la capitale della Birmania, che oggi è diventata una cittadina quasi sconosciuta ed impronunciabile, di nome Naypyidaw.

Per me, è stata la prima ed ultima tappa del viaggio. Pur essendo una città caotica e disordinata, ha comunque il suo fascino e merita di essere visitata; per tanti versi mi ha ricordato la mia amata Bangkok!

Troverete traffico e smog, vie invase da bancarelle e street food, accrocchi di cavi elettrici, palazzi fatiscenti accanto a moderni hotel, un caldo pazzesco e l’aria condizionata freddissima! Se sei già stato in Asia, credo tu abbia una vaga idea di cosa sto parlando! Ma il bello è proprio questo!!! Continue reading

Lago Inlè: due giorni tra terra e acqua

Siamo arrivati al lago Inlè dopo 3 giorni di cammino. E sarà perché quel Lago è stato come una conquista, sarà anche che è bello per davvero…io in questi due giorni sono stata proprio bene!

A Inlè è come se il tempo si fermasse. Già il tempo in Myanmar scorre lento, ma qui sul Lago è come se le sue acque ti cullassero, come se tutto andasse al ritmo lento delle barche e come se tutto intorno si muovesse con l’eleganza dei famosi pescatori.

Tutto avviene sulle barche: ci si sposta da un villaggio all’altro, si fanno compere, si coltivano gli orti e ci si lava, persino! Continue reading

Don’t worry, go rafting!

Davide: “Ecco cosa devi mettere nello zaino per domani: costume, maglietta termica, scarpe sportive, calze lunghe pesanti e pile!
Io: “Seeee costume e pile?! Mi stai prendendo in giro!!

Non mi stava prendendo in giro.

Il giorno dopo ho usato davvero tutto!! Era il nostro anniversario e mi ha organizzato una sorpresa bellissima. Altro che serate e cene romantiche, o una giornata tranquilla, magari alle terme! Lui, che mi conosce ormai bene, ha scelto qualcosa di molto più figo: rafting in Valsesia!! Continue reading

[Dormire Alternativo] Kalaw – Inlè Lake: one way

Scegliete: gruppo più tranquillo, di coppie, oppure gruppo divertente?! Scegliete bene perché è il gruppo che fa il trekking!

Il nostro trekking a Kalaw è iniziato così, alle 8 del mattino, di fronte all’agenzia di Eversmile, con questo dubbio amletico!

Aki, la sorridente figlia della proprietaria, il giorno prima ci aveva illustrato il percorso che in 3 giorni, 2 notti e 65 km a piedi, ci avrebbe condotto sino al Lago Inlè.

Era la prima volta che affrontavo un trekking così lungo ed ero emozionatissima. Quando ho scelto di visitare il Myanmar, l’unica certezza che avevo sul programma era fare ques’esperienza.

E così, dopo un breve briefing e un giro di presentazioni, io, Davide, la guida Xenia (una dolcissima ragazza di soli 19 anni) e altri 10 ragazzi provenienti da tutto il mondo, siamo saliti a bordo di un pick up che in pochi minuti ci ha portati all’inizio del sentiero. Continue reading

[INFO POST] Myanmar

Ci ho messo due settimane per preparare questo post!! Credo di aver messo dentro tutto: informazioni utili per organizzare il viaggio, tappe, spostamenti, prezzi, suggerimenti, cosa fare e cosa portare e tutto ciò che dovete sapere prima di partire!

Approfondirò ogni singola tappa nei prossimi post, ma per ora direi che di materiale per iniziare a pianificare il vostro viaggio ne avete abbastanza!!

Se ho dimenticato qualcosa o se avete qualche curiosità in più scrivetemi e aggiornerò questo post.

Si parte!

INFO UTILI

Quanti giorni servono?

Il minimo sindacale per vedere le cose principali secondo me è 10 giorni. Le tappe che non potete perdere sono: Yangon, Mandalay, Bagan e Lago Inlè. In ognuna di queste città dovete prevedere almeno 2 notti per avere il tempo di vedere tutto.

Io con 16 giorni sono riuscita ad aggiungere un trekking di 3 giorni da Kalaw a Inlè e 1 giorno alla Golden Rock. E vi assicuro che entrambe meritano!

Che documenti mi servono per entrare in Myanmar?

Continue reading

La dolcezza del Myanmar

Se chiudo gli occhi riesco ad immaginare di essere ancora li. E’ passato talmente poco tempo dal mio ritorno a casa … credo che solo il mio corpo sia rientrato veramente. Cuore e testa sono ancora in Myanmar.

E’ stato un viaggio speciale. E che questo Paese mi avrebbe conquistata, io già lo sapevo, lo sentivo ancor prima di partire.

Se chiudo gli occhi sento ancora il suono di tutti i “Ming-la-ba” che ci hanno accolto, ovunque, sempre. Perchè in questo Paese tutti ti salutano, sia che tu stia entrando in un hotel o in un ristorante, sia che tu stia vagando in mezzo alla strada o per qualche villaggio disperso tra i monti birmani.

Non ti conoscono, non parlano la tua lingua, spesso nemmeno l’inglese e a volte nemmeno il birmano (!), ma con gli occhi ti trasmettono più di mille parole. E’ la dolcezza di quegli sguardi che più volte in questo viaggio mi ha stretto un nodo in gola e alla fine conquistato il cuore.

Continue reading

Next Stop … Myanmar!

E quindi niente … sto per partire!!!! Finalmente dopo mesi che condivido post, frasi e travel dreams, sono davvero pronta per tornare nel mio amato Sud Est Asiatico!!

La situazione attuale è questa: saltello in giro per casa come una matta, cerco di fare mente locale su tutto ciò che devo portare, ho come al solito la sensazione di dimenticare qualcosa e non riesco a non smettere di sorridere al solo pensiero di questo Viaggio.

Insomma, normale routine pre-partenza!

Il Myanmar l’ho desiderato molto, sognato di notte e di giorno, ho fantasticato guardando le foto degli altri viaggiatori, chiesto consigli e studiato tutta la Lonely. Ho visto anche il film The Ladies.

E quindi ora non mi resta che chiudere lo zaino e salire su quell’aereo!!

Continue reading