Garden Route: da Port Elizabeth a Cape Town in 5 giorni

Ci sono strade al mondo talmente famose che ogni viaggiatore sogna di percorrere prima o poi, come la Route 66 in America o la Great Ocean Road in Australia.

Se state pianificando un viaggio in Sudafrica, non potete non guidare lungo la Garden Route, che attraversa uno tratti più belli della costa meridionale del paese, da Port Elizabeth a Cape Town!

Se sei indeciso sul senso di percorrenza, senza dubbi, io ti consiglio di fare come noi, ovvero partire da Port Elizabeth e raggiungere Cape Town, per tenerti alla fine la parte più bella del viaggio, la penisola del Capo!

Entrambe le città sono raggiungibili via aereo. Noi siamo arrivati a Port Elizabeth con un volo della South African Airways direttamente dalla Namibia.

In totale da Port Elizabeth a Cape Town, lungo la N2, sono 750 km … ma noi, con le deviazioni, ne abbiamo percorsi più di 1000!

Lungo la Garden Route le cose da fare sono moltissime, quindi, più tempo hai e meglio è: puoi visitare il parco Tsitsikamma e fare le molteplici attività, compreso lo zipline e diverse escursioni; puoi andare alla scoperta delle scimmie di Monkeyland; puoi fare whale watching o immergerti con gli squali; puoi rilassarti in spiaggia o fare il giro delle cantine di vini; visitare fattorie di struzzi o andare alla ricerca dei lemuri!

Come vedi, hai l’imbarazzo della scelta! Tante attività sono legate alla stagione in cui ti troverai in Sudafrica, quindi prima di partire scegli cosa desideri fare per decidere tappe e tempi.

Garden Route: itinerario

In base a quello che volevamo fare e considerando il meteo di agosto (che è l’inverno sudafricano) e i giorni a disposizione, ecco come abbiamo organizzato il nostro itinerario sulla Garden Route:

  • giorno 1: arrivo a Port Elizazbeth in serata.
  • giorno 2: da Port Elizabeth a Mossel Bay (con tappa allo Tsitsikamma N.P.) – avremmo dovuto visitare anche Monkeyland e le spiagge lungo la costa, ma il tempo non è stato dalla nostra parte:( e quindi siamo andati dritti in hotel!
  • giorno 3: da Mossel Bay a Swellendam con tappa alla Ostrich Farm di Outdshoorn.
  • giorno 4: da Swellendam a Hermanus (con tappe intermedie a De Hoop e Cape Aghulas).
  • giorno 5: da Hermanus a Cape Town (con whale watching dalla costa – questo è il periodo ideale per vedere le balene!).

Garden Route: cosa fare e vedere in 5 giorni

Come scrivevo prima, le cose da fare in questo tratto di costa sudafricana sono tantissime, quindi consiglio di pianificarle prima di partire e magari tenersi un “piano B” in caso di maltempo.

Ecco cosa abbiamo fatto noi in 5 giorni.

Tsitsikamma National Park

Si tratta di un parco molto vasto, immerso nel verde, dove è possibile fare numerose attività e volendo trascorrerci più di un giorno. Zipline,  trekking, gite a cavallo, rafting, golf, tennis e tante altre attività sportive … non hai che l’imbarazzo della scelta se sei un amante del genere! Su questo sito puoi farti un’idea.

Noi abbiamo fatto una gita di un paio di ore. Dalla N2 siamo usciti a sinistra, al cartello marrone “Tsitsikamma Storms River Mouth” dove c’è l’ingresso al Parco (460R di admission fee per 2 persone + auto). Da qui ci siamo incamminati a piedi per il “Mouth Trail” che conduce al ponte sospeso. Una camminata poco impegnativa (circa 1 ora e mezza tra andata e ritorno) ma molto scenografica!

Nature’s Valley

Dopo aver visitato lo Tsitsikamma N.P., consiglio di seguire questa strada panoramica che si percorre dalla N2 (da pagare 50R all’uscita del casello). Noi l’abbiamo percorsa con un tempo da lupi e nonostante questo era molto suggestiva … immagino con il sole cosa possa essere … fatemi sapere;)

Ostrich Farm

Per raggiungere Outdshoorn dovrete abbandonare la Garden Route e prendere la R328, è una deviazione che consiglio assolutamente. Una visita alle fattorie di struzzi non può mancare in un viaggio da queste parti!! Avvicinandovi alla città vedrete aumentare la quantità di struzzi e di allevamenti. Noi abbiamo scelto la Cango Ostrich Farm e ci siamo trovati benissimo. Non occorre prenotare in anticipo la visita (a meno che non siate un gruppo numeroso). Il tour guidato costa 110 R a persona e dura 45 minuti circa. Durante la visita vi racconteranno vita-morte-e-miracoli sugli struzzi! Gli darete da mangiare, vedrete le loro uova, li potrete abbracciare (eh si!) … vi avviso però … non è più possibile cavalcarli!!

io, a mio agio, mentre dò da mangiare agli struzzi!

R62

Lasciata Outdshoorn, percorrete la R62 per raggiungere Swellendam. E’ una strada scenografica che attraversa l’entroterra, passerete campi coltivati, colline erbose, allevamenti e vi rilasserete alla sola vista di questo paesaggio incredibile!

De Hoop Nature Reserve

La riserva naturale del De Hoop si estende a sud di Swellendam, città che abbiamo usato come base di partenza e dove abbiamo peraltro fatto una delle cene migliori della nostra vita!!

La strada prevede circa 10 km di sterrato, ma sono fattibili con una normalissima auto. Raggiungerete l’ingresso della Riserva (40 R/persona) in circa 1 ora.

Nel parco si trova una bianca distesa desertica che arriva all’oceano; guidate verso il “Koppie Alleen“, il punto migliore dove godere del paesaggio e, nel periodo giusto (la nostra estate), potrete vedere tantissime balene!

All’interno della riserva ci sono molti animali, anche se non sono facili da avvistare! Noi più che scimmie e piccoli roditori non abbiamo visto …

Cape Agulhas

Usciti dal De Hoop ci siamo diretti nel punto più a sud del continente africano: Cape Agulhas. La verità è che qui non c’è molto da fare, però, non puoi perderti il punto più a Sud dell’Africa, dove oceano Indiano e Ocano Atlantico si incontrano! Occhio al vento … è fortissimo qui!!!

Hermanus

Se ti trovi in Sudafrica durante la nostra estate, una delle cose imperdibili è il Whale Watching! Durante questa stagione le balene migrano dalle acque fredde dell’Antartico per raggiungere le acque più calde del Sudafrica ed Hermanus è uno dei migliori posti al mondo dove poterle avvistare. In questo periodo le balene si avvicinano moltissimo alla costa (anche con i loro cuccioli), per questo se non vuoi partecipare ad una gita in barca (se soffri di mal di mare, ricorda che qui spesso il mare è agitato …), potrai vederle direttamente dalla riva, proprio come abbiamo fatto noi, percorrendo il “Cliff Path“.

Garden Route: come spostarsi

Il miglior modo per visitare la Garden Route è noleggiare una macchina. Esistono numerosi siti per prenotare le auto, noi abbiamo scelto Rentalcars.com che mette a disposizione diversi noleggiatori. Dal loro sito abbiamo noleggiato una Corolla Quest con Herz e pagato con carta di credito (indispensabile quanto si noleggia un’auto).

Le strade in Sudafrica sono tutte asfaltate e in ottime condizioni (non come le strade namibiane …!!!), quindi non occorre un’auto 4×4.

Noi l’abbiamo tenuta 1 settimana al costo di 250€ circa, compresi i vari azzeramenti di franchigia e la tassa per restituzione in città diversa (ritirata a Port Elizabeth e restituita a Cape Town).

Garden Route: dove dormire

Tutti gli alloggi (con i prezzi) dove abbiamo dormito puoi trovarli nell’articolo dell’INFO POST. Qui voglio parlarti dei 3 posti più belli dove abbiamo dormito.

Santos Express a Mossel Bay

Forse vi sarà già capitato di dormire in un treno … ma avete mai dormito in un treno fermo su una spiaggia?! Ovviamente non cercate comodità (anche se qualche cuccetta più “lussuosa” e con bagno privato c’è) e gli spazi sono molto ridotti. Esperienza da fare se siete da queste parti! Potete prenotarlo direttamente da Booking.

Sul treno è possibile anche cenare o fare colazione.

Old Thatch Lodge a Swellendam

Decisamente il posto più bello dove abbiamo dormito in Sudafrica. Una antica residenza, con camere curate, un salotto comune molto accogliente e un bel giardino. La proprietaria, una simpatica e chiacchierona signora tedesca, saprà darvi consigli di ogni genere e vi preparerà una gustosa colazione! Anche questo lo trovate su Booking.

Anchor’s Rest a Hermanus

Delizioso complesso con candidi e spaziosi appartamenti in stile marinaresco. Avrei trascorso volentieri qualche giorno in più in questo posto! Se capitate in periodi più caldi c’è anche la piscina e il barbecue.

Per chi come noi, invece, viaggia nel periodo più freddo, apprezzerà il fatto che i letti hanno il materasso riscaldato!

Per prenotare … l’immancabile Booking!

Per maggiori dettagli sulla pianificazione del viaggio, vieni a leggere l’itinerario completo delle mie 3 settimane in Namibia e Sudafrica

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.