[INFO POST] THAILANDIA

E come promesso, ecco l’itinerario del mio viaggio in Thailandia.

Questo sarà un post molto pratico, con informazioni utili. Non vi racconterò nel dettaglio le singole esperienze, un po’ perché tante informazioni le trovate nelle guide (vi consiglio questa della Lonely Planet con cui mi sono trovata benissimo!) e poi perché ci sarà tempo per approfondire i miei racconti!

La Thailandia è un paese molto esteso e le cose da vedere sono numerosissime.

Ovviamente, come in ogni organizzazione di un viaggio, ho dovuto fare un’accurata selezione delle tappe (dovendo rinunciare magari ad alcuni posti), questo sia per una questione di tempo che di clima, essendoci stata ad Agosto. Ma credo comunque che l’itinerario che ti proporrò sia un’ottima soluzione per vivere la vera Thailandia, per provare esperienze differenti e vedere i luoghi principali di questo straordinario paese.

Quindi sei pronto? Si parte!

SCHEDA DI VIAGGIO: THAILANDIA
Periodo: dal 4 al 21 Agosto 2013
Giorni: 17
Partecipanti: coppia giovane (io & Davide)
Spesa totale a testa: 1.800€
Mezzi utilizzati: vari, dall’aereo all’autobus, dal taxi al motorino, dal tuk tuk alla barca, dal treno … all’elefante!
Bagaglio: zaino
Tappe: Milano – Mosca – Bangkok – Ayhutthaya – Lopburi – Sukothai – Chang Mai – Chang Rai – Bangkok – Surat Thani – Ko Samui – Surat Thani – Bangkok
Tipo di viaggio:  all’avventura, ma fattibile anche da famiglie.

ITINERARIO

mappa thai (Large)

 

Partenza: MILANO MALPENSA, il 04.08.13 alle ore 00.40 con la compagnia aerea Aeroflot. Volo pagato circa 800 € (prenotato a Febbraio sul sito Volagratis). Oggi si trovano offerte a molto meno!
Noi abbiamo scelto di fare uno scalo di 13 ore per andare a visitare Mosca.

IMG_0277Nota per chi sceglie di volare con Aeroflot: NON è necessario il VISTO DI TRANSITO se non volete uscire dall’aeroporto (nemmeno per passare da un terminal all’altro!!), come invece il VHS di Milano (Centro Visti Russi) vorrà farvi credere. Per chi volesse, invece, uscire dall’aeroporto e visitare la città scriverò un post con tutte le info. A parte questo (e l’orribile cibo servito durante il volo), la compagnia aerea è promossa per un volo intercontinentale (molto meglio di tante altre … come per esempio Alitalia!).

BANGKOK. Siamo arrivati in città verso le 9.00 del mattino. Da qui siamo partiti subito per il Nord, decidendo di visitare la capitale a fine vacanza.

PRIMA TAPPA – Ayutthaya (1 notte). Dall’aeroporto di Bangkok è praticamente impossibile raggiungere Ayutthaya, quindi, dovrete utilizzare il treno Airport City Link (meglio dell’Express) che vi porterà direttamente alla fermata dello Sky Train (Paha Thaia), in circa mezz’ora. Da qui avete due modi per raggiungere Ayutthaya:

  1. Treno, in partenzadalla stazione principale di Hua Lamphong (ma da Paha Thai è più distante da raggiungere perché dovrete cambiare due linee di Sky Train);
  2. Minivan (opzione scelta da noi). Da Paha Thaia, fate una fermata di Sky Train fino a Victory Monument. Da qui raggiungete la piazza e vedrete tantissimi minivan. Chiedete qual è il primo che parte per andare ad Ayutthaya. Ci vorrà circa 1 ora e mezza (prezzo 70 bath a testa).

N.B. il minivan non ha il bagagliaio, quindi, se avete molti bagagli, per questioni di spazio è più comodo utilizzare il treno!

IMG_0354Alloggio: Baan Are Gong Riverside Homestay (17.00 €/notte). Guest house molto semplice, ma uno di quei posti che ti resta nel cuore. Ottima posizione, pulito e confortevole. La proprietaria, una signora di mezza età è molto gentile e disponibile ad aiutarvi. Consigliato anche per mangiare!

Da vedere: noleggiate una bicicletta (le trovate ovunque) e girate la cittadina visitando i templi principali. In alternativa, se non avete voglia di pedalare, potete fare un giro dei templi su un tuk tuk (contrattate il prezzo!) o su un elefante (cosa che comunque sconsiglio dato che avrete numerose altre occasioni).

SECONDA TAPPA – Lopburi. Da Ayutthaya raggiungendo la stazione potrete prendere il treno (vi consiglio l’esperienza sulla 3° classe per soli 20 bath!) e in circa un’ora arriverete in città.

Alloggio: sconsiglio di dormire qui. Se partite presto, rientrate ad Ayutthaya verso l’ora di pranzo e ripartite subito per la tappa successiva.IMG_9402

Da vedere: giratela a piedi, in meno di 1 ora visiterete la città e il tempio (invasi dalle scimmie!!).

TERZA TAPPA – Sukhothai (1 notte). Da Lopburi, quindi, abbiamo ripreso il treno e siamo tornati ad Ayutthaya.

La proprietaria dell’hotel, la sera prima, ci aveva prenotato l’autobus e il tuk tuk per raggiungere la bus station. In 6 ore siamo arrivati a Sukhothai (800 bath. Si può risparmiare prenotando il biglietto in autonomia, ma in questo modo abbiamo ottimizzato i tempi!).

L’alternativa per arrivare a Sukhothai, che troverete su molti siti, è quella di prendere il treno fino a Pitsanulok e poi proseguire con l’autobus: SCONSIGLIATO. L’ultimo autobus parte intorno alle 16.00 e se lo perdete, a detta dei Thailandesi, non è molto consigliabile soggiornare a Pitsanulok o_O Quindi vi consiglio di fare come abbiamo fatto noi, partendo con l’autobus diretto da Ayutthaya.

IMG_0410Alloggio: Lotus Village (25,00 €/notte). Consigliato agli amanti della natura. Camera pulita e personale disponibile. Noi purtroppo siamo arrivati la sera tardi e non ce lo siamo goduto come avrei voluto …

Essendo nella “Nuova Sukhothai” è un po’ distante dal Parco Storico, ma non è un problema: salite a bordo di un tuk tuk e in poco tempo raggiungerete la vostra destinazione!

Da vedere: noleggiate la bicicletta (30 bath), entrate nel Parco Storico (110 bath) e ammirate le affascinanti rovine! E’ possibile lasciare gli zaini dove noleggiate le bici. Ci vorrà circa mezza giornata per visitare tutto il Parco.

QUARTA TAPPA – Chiang Mai (2 notti). Con il solito tuk tuk, dal Parco di Sukothai, raggiungete la stazione degli autobus. Prendete il primo pullman che in 6 ore vi porterà a Chiang Mai.

 

Alloggio: Centara Khum Phaya Resort&Spa (67,00 €/notte – suite con accesso diretto alla piscina). Qui ci siamo trattati da veri Signori! Il resort è meraviglioso, un vero lusso ad un prezzo contenuto per gli standard italiani. L’unica cosa che vi sconsiglio è di prenotare le escursioni tramite loro perché sono molto costose, rispetto a quello che potete trovare in città.OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Si trova un po’ fuori rispetto al centro, ma come sempre non è un problema perché con un taxi raggiungerete in poco tempo il centro.

Da vedere: Night market, giro a piedi entro le mura della città, Doi Suthep (tempio molto bello fuori città, raggiungibile con uno di quei van rossi che vedrete in città. Con 500 bath ci ha portato al tempio (in circa 40 minuti), ci ha aspettato li per più di un’ora e poi ci ha riportato in centro), One Day Trek – ovvero una giornata all’avventura: 800 bath (prenotato in una delle tante agenzie al Night Market) – sono venuti a prenderci in hotel, abbiamo fatto un sentiero tra le risaie, il giro in elefante in mezzo alla giungla, rafting, bamboo rafting, bagno alle cascate (non aspettatevi delle cascate enormi, ma è comunque piacevole), visita alla batterfly farm e orchid farm (queste due si potrebbero anche evitare, ma erano comprese!).

QUINTA TAPPA – Chiang Rai (2 notti). Autobus da Chiang Mai, durata viaggio 2 ore. In realtà noi non siamo andati in autobus, ma in taxi! … ma questa è tutta un’altra storia, che vi racconterò!

IMG_0167Alloggio: Naga hill (19,00 €/notte). Per i veri amanti della natura, bungalow aperti, bagno all’aperto. Ma molto carino, esperienza piacevole. Portatevi solo un repellente per zanzare! Distante dal centro, ma raggiungibile con il taxi o tuk tuk.

Da vedere: comprando un’escursione giornaliera (in un’agenzia vicino al Night Market) riuscirete a vedere tutto (1000 bath): White Temple, Black House, Triangolo d’Oro, Città al confine con la Birmania e relativo mercato, Museo dell’Oppio (si può evitare), giro delle 5 tribù di Montagna (avete presente le donne con il collo lungo?).

SESTA TAPPA – Ko Samui (5 notti). Volo Air Asia (compagnia efficientissima). 2 voli (Chiang Rai – BKK e BKK Surath Thani + autobus x il Pier + Nave – tutto compreso nel prezzo del volo … ovvero 35€ a testa!)

Alloggio: Cinnamon Beach Villas (51,00 €/notte). Camere confortevoli, pulite e spaziose. Personale gentile e disponibile. Possibilità di noleggiare il motorino direttamente da li: indispensabile per raggiungere le varie zone dell’isola (200 bath al giorno). Posizione ottima, esattamente fra Lamai (zona che abbiamo preferito) e Chaweng (molto più incasinata!). Unica pecca, la stradina non asfaltata per raggiungere l’hotel …IMG_0740

Da vedere: Spiagge di Lamai e Chaweng (spiaggioni), Coral Beach e Crystal Bay (le più belle), all’interno dell’isola le cascate raggiungibili con il motorino; escursioni: Arcipelago di Ang Thog e Ko Tao.

SETTIMA TAPPA – Bangkok (5 notti). Volo interno Air Asia (da Samui nave fino a Surath Thani e poi volo fino a Bangkok).

IMG_1508Alloggio: Chillax Resort (68,00 €/notte). Bellissimo. Hotel di recente costruzione, con una infinity pool all’ultimo piano meravigliosa, camere spaziose e pulite con una super vasca idromassaggio, personale disponibile, colazione compresa abbondante. Posizione ottima, nella mia zona preferita a cinque minuti a piedi da Kao San Road.

Da vedere: consiglio di arrivare nel week end per poter andare nei mercati fuori Bangkok di Meklong (marcato sui binari … il più bello!), Damnoen Saduak con il suo mercato galleggiante (trattate assolutamente il prezzo per il giro in barca!!) e Amphawa (piccola cittadina con un mercato di strada e uno che si svolge lungo il canale). Noi li abbiamo raggiunti con un taxi (che ci ha prenotato direttamente l’hotel), che per 1200 bath ci ha fatto da autista personale, portandoci dove volevamo.

Dopo aver visto a Bangkok i vari templi, il palazzo reale (unico posto in cui dovete andare coperti – pantaloni lunghi e maglietta a maniche corte!), chinatown e la zona dei grattacieli e dei centri commerciali, il mio consiglio è quello di girovagare liberamente alla scoperta dei vicoli più segreti e nascosti … scoprirete un mondo!

Per la sera: Kao San Road, Night Market di Patpong e per una vista mozzafiato dall’alto lo Sky Bar della Lebua Tower (quella con la cupola d’oro, dove hanno girato il film “Una notte da Leoni 2”).

Per girare Bangkok vi consiglio i taxi (ricordando sempre di fargli accendere il taxi meter), i taxi boat e lo sky train.

Molto utile per consigli a Bangkok il blog di un ragazzo italiano che si è trasferito li: Vivere a Bangkok

CONSIGLI GENERALI:

HOTEL: noi abbiamo deciso di approfittare dei prezzi bassi, concedendoci degli alloggi più “lussuosi”. Ma se questo non vi interessa sappiate che in Thailandia potrete alloggiare in strutture e Guest house pulite ed accoglienti a prezzi davvero bassi (a partire da 5 euro a notte!).

CIBO: sul cibo thailandese si potrebbe parlare per ore! Quando sarete li avrete solo l’imbarazzo della scelta. In genere si mangia bene (anche se dopo un po’ noodles e riso non li sopporterete più!!), pagando circa 2 euro a pasto. Assaggiate tutto ciò che vi ispira!! Io ho provato anche gli insetti! Per mangiare non ci sono orari … sembra che loro mangino sempre!!

MEZZI DI TRASPORTO: in questa vacanza prenderete una quantità di mezzi di trasporto che non riesco nemmeno ad elencare. Non fatevi problemi ad utilizzare i loro mezzi. Sono economici e comodi. Anche se spesso i treni non sono puntuali, non si sa bene perché, ma i locali conoscono esattamente il tempo di ritardo … in anticipo!

THAILANDESI: sono eccezionali. Un popolo straordinario, sempre disponibile e pronto a dare una mano o un consiglio, sono solari e pacifici, non aspettatevi nessuna fregatura da loro. Vi stupiranno davvero!

MONETA: inutile ricordarvi di non cambiare all’aeroporto (o se dovete farlo, cambiate davvero poco) perché vi faranno il cambio più sconveniente. La Thailandia è piena di Exchange.

CELLULARE: chiamare in Italia è costosissimo, idem per quanto riguarda sms e internet. Noi abbiamo sfruttato la connessione wifi, presente in tutti gli hotel. Se non avete questa possibilità il mio consiglio è quello di comprare una sim locale (le trovate anche in aeroporto) e poi potrete ricaricarla in tutti i 7Eleven (che sarebbe il supermercato più presente in Thai: ne trovate anche uno ogni 200 m!).

VACCINAZIONI E MEDICINALI: non sono richieste vaccinazioni. Noi abbiamo solo fatto una settimana di fermenti lattici, prima di partire, per “preparare” la flora intestinale.

Per quanto riguarda le medicine, vanno benissimo i soliti farmaci generici (Plasil, Polaramin, Tachipirina, qualcosa per la dissenteria) e un repellente per zanzare (anche se in realtà non ce n’erano molte, a parte un paio di paesi e comunque solo la sera.)

Beh, di informazioni ora ne hai abbastanza … devi solo comprare il biglietto e partire! Sono certa che ti innamorerai della Thailandia e, se non ci sei mai stato, dell’Asia!

9 thoughts on “[INFO POST] THAILANDIA

    • gina says:

      Ma che carina! Grazie!! Mi fa molto piacere che ti sia utile. La Thailandia ti piacerà, ne sono certa! Se hai bisogno di altre informazioni non esitate a contattarmi;) e ovviamente poi voglio sapere come andrà il tuo “viaggio delle prime volte”!!

  1. TravelandMarvel says:

    Ciao questo post è molto utile e interessante soprattutto per me che sto programmando la vacanza per quest’estate! Purtroppo ho disponibili meno giorni di voi (12 giorni).. pensavo di togliere le visite a Sukhothai e Lopburi e accorciare le notti di permanenza a Koh Samui e a Bangkok..Tu che ci sei già stata..Cosa mi consigli?

    • gina says:

      Grazie e benvenuta;) avendo meno giorni concordo nel tagliare Lopburi…peccato per Sukhothai ma non perderti Ayutthaya! A Bangkok se non fai i mercati fuori città (anche se sono meravigliosi) potrebbero bastarti 3 giorni. Koh Samui per quanto sia bella…è mare! Quindi tra tutto io ridurrei al minimo quello, ma poi ovviamente dipende sempre da ciò che ti piace fare:)

  2. Valentina says:

    Ciao!! Il tuo blog mi sta aiutando tantissimo ad organizzare il mio viaggio in Thailandia! In particolare questo post rispecchia esattamente l’itinerario che io e il mio ragazzo intendiamo fare! Staremo via per i primi 20 giorni di agosto, e leggendo quello che hai scritto non posso non chiederti alcuni consigli/suggerimenti!
    1) Ho visto tutte le strutture dove avete alloggiato, ma si trattavano di scelte causali senza prenotazione oppure avevate selezionato o prenotato prima di partire?
    2) Seguendo questo itinerario, non saremo mai a Bangkok durante il weekend, ma non volevamo perdere i mercati galleggianti di Damnoen Saduak e quello sui binari di Meklong. Ci sono solo nel fine settimana?
    3) Ho letto quanto avete speso per i trasporti, soprattutto per i voli interni!! Cercando su vari siti ho letto cifre moolto diverse, come 300/350 euro per il volo Chiang Rai-Koh Samui. Come avete fatto a spendere così poco?!
    Ti ringrazio moltissimo e continua così!!

    • gina says:

      Ciao Valentina!!! Ma grazie, mi fa molto piacere esserti utile:) vedrai la Thailandia ti piacerà moltissimo!!!
      Rispondo alle tue richieste:
      1) avevamo prenotato tutto da casa tramite booking. Io preferisco sempre partire con la certezza di avere un letto dove dormire ahahah ma sopratutto non perdo tempo li a cercare un posto!
      2) l’unico mercato che fanno solo nel week end è quello di Chatuchak. Gli altri dovrebbero esserci tutti i giorni e cerca di non perderteli!! Sopratutto quello sui binari è qualcosa di unico!!!
      3) per i voli interni prenotali con Air Asia. A meno che non siano aumentati ultimamente, in genere sono molto economici! Per gli autobus e treni non occorre prenotare in anticipo. Quando sei la fai il biglietto e vedrai che spenderai pochissimo;)
      Se hai bisogno ancora possiamo sentirci via mail laginamondo@gmail.com
      Ciao!!!

  3. Alessandro says:

    Ottime indicazioni, grazie. Anche io e mia moglie partiremo per la Thailandia tra qualche mese. Un consiglio a tutti: volagratis vi porta via molti più soldi: da sempre noi lo usiamo solo per vedere le compagnie aeree, poi prenotiamo direttamente sul sito della stessa compagnia aerea. Per esempio il nostro volo a marzo volagratis ce lo dava a 489 euro (oltre al prezzo norlmale, se non si paga con la carta di credito convenzionata con volagratis sono altri 40 euro in più e quindi ci proponeva un costo di 529 a testa). Il medesimo volo sul sito della compagnia aerea lo abbiamo pagato 414 a testa, risparmiando in tutto oltre 200 euro…
    Lo stesso per i voli interni, noi due anni fa abbiamo fatto il tour del Borneo (Malesia e Brunei)…con volagratis avremmo speso oltre mille euro a testa per i 6 voli interni….gli stessi spostamenti fatti con airasia li abbiamo pagati circa 200 euro……a voi la scelta….

    • gina says:

      Ciao Alessandro!
      Ottima osservazione! In effetti quello fu il primo volo intercontinentale che comprai e non ero ancora molto esperta!
      Oggi compro sempre anche io i voli direttamente sul sito della compagnia aerea e uso volagratis o skyscanner per trovare le combinazioni migliori:)
      Buona Thailandia a voi!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *