5 cose da non perdere a Yogyakarta

Yogyakarta è stata la prima tappa del nostro viaggio in Indonesia. L’abbiamo raggiunta da Jakarta in circa un’ora, con un volo Air Asia.

Tra tutte le città visitate nell’isola di Java, Yogyakarta è decisamente la più carina, offre moltissime cose da fare e vedere, quindi ti consiglio di fermarti almeno 2 notti. Noi abbiamo scelto di dormire nel quartiere Prawirotaman, a mio giudizio il più curato e piacevole dove soggiornare. E’ decisamente più tranquillo rispetto alla zona di Malioboro, altro quartiere prediletto dai viaggiatori.

Tra le tante cose che potrai fare a Yogya, ecco ciò che secondo me non puoi perderti!

1 – Borobodur sunrise

Sicuramente il tempio più visitato non solo dell’isola di Java ma di tutta l’Indonesia. E’ considerato il tempio buddhista più grande al mondo.

Ho avuto la fortuna di vedere molti templi buddhisti durante i miei viaggi in Asia e questo è davvero un posto magico e unico che regala un’atmosfera mistica, soprattutto al sorgere del sole. Quindi, anche se l’ingresso costa di più e la sveglia suonerà nelle prime ore del mattino, ti suggerisco di visitarlo all’alba. E non perchè, come avevo letto prima di partire, troverai meno gente … balle!! Essendo uno dei momenti più belli le persone ci sono, eccome se ci sono! Ma comunque ne varrà la pena, perchè arriverai al sito intorno alle 4.30 del mattino (considerando che ci vuole circa 1 ora ad arrivare, dovrai svegliarti alle 3 di notte!), entrerai dal Mahuara Hotel dove ti verrà consegnata una torcia e inizierai una breve passeggiata per raggiungere i cancelli del sito.

Sarai uno dei primi ad accedere al tempio ancora completamente buio, dovrai salire in cima al tempio per raggiungere i famosi campanoni. Il Borobodur è composto da 10 piani, ognuno dei quali rappresenta le 10 fasi del cammino per raggiungere l’illuminazione. Ma questi li visiterai successivamente, con la luce del sole. Ora dovrai solo arrampicarti sui gradini in pietra e cercarti un posticino tra una campana e l’altra per attendere il sorgere del sole.

Goditi quel momento accompagnato solo dai canti dei muezzin che risvegliano la città e la nebbiolina che lentamente lascia posto alla foresta che circonda il Borobodur e i primi raggi del sole che iniziano a scaldare l’aria, colorando il cielo di incredibili tinte rosa e arancioni.

E quando finalmente il Borobodur risplenderà sotto il sole, potrai alzarti e visitare tutto il sito, i suoi bassorilievi che adornano i piani sottostanti e le piccole nicchie contenenti i Buddha. Saranno circa le 6.30 e le persone inizieranno ad uscire dal Tempio. Approfitta ora per fare un po’ di foto!!

All’uscita, tornati al Mahuara hotel per restituire la torcia, è compresa una leggera colazione ed un gadget! Saranno circa le 8 del mattino … avrai ancora tutto il giorno per goderti Yogya!

ALCUNE INFO

  • L’escursione al Borobodur potrai prenotarla ovunque, in qualsiasi agenzia o tramite il tuo hotel. Noi ci siamo affidati a Via Via Tours che ci ha prenotato un driver privato al prezzo di 465.000 Idr (auto per 2 persone).
  • L’ingresso per il Borobodur Sunrise costa 450.000 Idr a persona e comprende il noleggio della torcia, la colazione ed un gadget! Esiste un biglietto cumulativo per visitare nello stesso giorno anche il Prambanan, ma purtroppo il biglietto “sunrise” non è compatibile e quindi dovrai comprare due biglietti distinti!
  • Per scegliere dove sederti in cima al tempio per ammirare l’alba, ti suggerisco di scaricarti una di quelle applicazioni che fanno vedere sul telefono le costellazioni, così potrai capire in che direzione sorgerà il sole;) Ti consiglio “Sky Guide”, o app simili.
  • L’attesa dell’alba potrebbe durare un po’ e l’aria a quell’ora è freschetta, quindi ti consiglio di portarti una sciarpa o una felpa.
  • Pur essendo un tempio buddhista non è richiesto un abbigliamento particolare, ma serebbe comunque meglio evitare abiti succinti per il rispetto del luogo.

2 – Salire su un Becak

Ok, non è una parolaccia!! Il Becak è il tipico mezzo di trasporto di Yogya. Un triciclo motorizzato o no, con la guida sul retro e due posti a sedere davanti.

Li troverete ovunque e vi scorrazzeranno per la città per poche rupie: in genere una corsa costa circa 40.000 Idr (2,50 €).

Assolutamente da provare per spostarsi da un quartiere all’altro e per fare due chiacchiere con i simpatici autisti!

Volendo potete anche utilizzarlo per fare il tour della città, loro vi offriranno quasi sempre di portarvi a vedere tutte le attrazioni di Yogya.

3 – Un pranzo da Via Via Restaurant

L’agenzia Via Via Tours, nella zona di Prawirotaman, oltre ad organizzare escursioni molto piacevoli, è anche un ristorante. E che ristorante!!

Cucinano pietanze tipiche indonesiane, ma con ricette più moderne e con ingredienti organici, oltre ad avere anche piatti occidentali. E’ il posto giusto anche se siete vegetariani!

Ho mangiato davvero bene e l’ambiente è piacevole e tranquillo. Provare per credere!

Indirizzo: Jalan Prawirotaman No. 30 – Yogyakarta.

4 – Ammirare il tramonto al Prambanan

Altro must-see nei dintorni di Yogyakarta. Il Prambanan è un tempio induista molto ben conservato che si sviluppa su una vasta area. Si trova a circa 16 km da Yogya e può essere raggiunto in auto (come abbiamo fatto noi), in motorino (come avremmo voluto fare noi!!) o in bicicletta.

Il tardo pomeriggio è un ottimo orario per visitare il sito senza troppa gente. Noi siamo partiti con il nostro driver verso le 14.00 e abbiamo fatto un paio di soste prima di arrivare al Prambanan: una tappa in un luogo di produzione del famoso Kopi Luwak, ovvero il caffè prodotto con le bacche ingerite e defecate dai Luwak che sono una specie di furetti morbidosi; ed un’altra sosta al tempio Candi Sambisari.

Arrivati al Prambanan intorno alle 15.30, abbiamo avuto tutto il tempo di visitare il sito hindu e attendere il tramonto.

INFO

  • Escursione prenotata con Via Via Tours, con driver privato al prezzo di 400.000 idr (per due persone). L’intenzione era di fare l’escursione in motorino con loro, ma purtroppo per quel giorno non veniva organizzata:(
  • Ingresso al Prambanan: 325.000 idr a persona

5 – Girare per le vie di Prawirotaman

Come scrivevo all’inizio, quello di Prawirotaman è il quartiere che più mi è piaciuto. Anche se non si trova esattamente in “centro”, con una corsa di pochi minuti di Becak si arriva prima nella zona del Kraton e poi a Malioboro.

Alcune delle sue strette vie mi hanno riportata con la mente addirittura in Giappone!

Non perdetevi il mercato alimentare, ricco di frutta e verdura, dove troverete anche qualche souvenir!

E per la sera provate i ristoranti e i warung presenti principalmente nella Jalan Prawirotaman 1. Oltre al Via Via Restaurant, che si trova sempre in questa strada, vi suggerisco anche The House of Sate (lato opposto al Via Via, al civico 27), per una bella scorpacciata di gustosi spiedini!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *