Bagan, emozione pura e un tempio speciale!

Ci sono luoghi al mondo che sono speciali. E lo sono in modo oggettivo, lo intuisci nel momento in cui vedi una fotografia e viene poi confermato quando ci metti piede sul serio.

Chiunque veda un’immagine di Bagan non può che restare a bocca aperta di fronte a tanta bellezza.

Ho tenuto per ultimo il racconto di questa città, forse perché inconsciamente volevo custodire gelosamente questo prezioso ricordo e tenerlo tutto per me…

A Bagan ho vissuto uno dei momenti più belli delle mie due settimane in Birmania. Mi sono sentita libera e talmente felice che sentivo un nodo alla gola e il cuore scoppiarmi dall’emozione.

Bagan è un luogo che va vissuto alla giornata. Non fare piani. I templi sono più di 3000, sarebbe impossibile vederli tutti!

Certo, puoi fare una lista con quelli più famosi e, per facilitarti il lavoro, proprio in fondo a questo post troverai una mappa con l’indicazione di quelli che secondo me meritano di più.

Ma la cosa più bella è noleggiare un motorino elettrico e girare per le strade polverose di Bagan. Non ti nascondo che il primo giorno abbiamo provato con la bici elettrica … ma te la sconsiglio: la carica dura poco e pedalare quando si scarica è una fatica immensa! Puoi essere ecologico ugualmente, con il motorino elettrico e coprirai distanze notevolmente maggiori! Oltre al fatto di poter rientrare anche quando fa buio … le e-bike hanno una luce scarsissima!

Dormendo nella zona di Nyang U (ti consiglio l’Hotel Zfreeti) puoi raggiungere Old Bagan con la strada asfalta Bagan – Nyaung U Rd (praticamente sempre dritto!) e il primo giorno visitare i templi all’interno delle mura della Vecchia Bagan e poi spostarti nella zona a est (bellissima da girare senza una meta precisa!).

Il secondo giorno, invece, potresti spostarti più a sud e arrivare fino a New Bagan. Qui, per fare una pausa dai templi, ti consiglio di fare un salto al mercato.

Questo è un elenco dei miei templi preferiti … ma sono talmente tanti che ti consiglio di girare liberamente ed entrare in quelli che più ti ispirano:

  • Ananda Pahto (una delle più belle e imponenti)
  • Bulethy Pagoda (lungo la strada prima di arrivare a Old Bagan – ottima vista anche per il tramonto)
  • Sulamani Pahto (meravigliosa sia dentro che fuori!)
  • Dhammayangy Pahto (un altro capolavoro)
  • Dhamma-ya-za-ka (nella zona meridionale, verso New Bagan)
  • Manuha (ospita al suo interno due enormi statue di Buddha)
  • ShweZigon Zedi (molto bella di sera, quando è illuminata. MI ha ricordato la Pagoda dorata di Yangon)
  • Leiktoo (pagoda con vista sul fiume, merita al tramonto)

Ma da dove ammirare alba e tramonto?

Ci sono alcuni templi che sono i più famosi per ammirare la piana di Bagan in questi orari. Ovviamente essendo così popolari vengono anche presi d’assalto e la magia del momento potrebbe svanire!

Per quanto riguarda l’alba ti dico subito una cosa importantissima da sapere (e che io invece ho scoperto solo là): le mongolfiere da aprile a settembre non volano! Immaginate la mia delusione quando alle 7.30 ero ancora là ad aspettarle e ho capito che forse non si sarebbero mai alzate in volo!!

Ma comunque lo spettacolo dell’alba è in ogni caso da vedere.

Abbiamo scelto di ammirarla da uno dei templi più famosi, la Shwesandaw Paya. Arrivate di buon’ora per ritagliarvi il vostro posto, avrete una visuale a perdita d’occhio sull’enorme vallata, con quella foschia che la caratterizza e che le dà un tocco di mistero!

Ma il momento più magico della giornata resta per me il tramonto.

Dopo aver girato tutto il giorno, abbiamo individuato una zona con qualche tempio che non rientrava nella lista di quelli più famosi. Sulla mappa di Maps.me, indicava uno di quei templi come “consigliato per il tramonto, se il cancello è aperto”.

Noi cercavamo un posto speciale, per poter vivere quel momento senza altre centinaia di persone.

Purtroppo, arrivati davanti al tempio indicato, il cancello era chiuso …

Sconsolati, stavamo risalendo sulle nostre bici per cercare un altro tempio, anche perché iniziava a calare il sole, quando un ragazzo ci chiede se eravamo lì per vedere il tramonto. Noi gli facciamo sì con il capo e gli diciamo che però il cancello è chiuso. E lui ci dice: “ma ho io le chiavi!”.

Noi ci guardiamo, totalmente increduli e quasi timorosi che ci fosse dietro una fregatura, ma decidiamo di seguirlo.

E in effetti la sua chiave apriva quel cancello!!!

Con una scaletta nascosta all’interno del piccolo tempio, siamo arrivati alla prima terrazza e poi ci siamo arrampicati fino alla cima.

Non era particolarmente alto, ma la vista da lassù era meravigliosa … e soprattutto quel posto era tutto per noi!

Io non sapevo più come ringraziarlo. È successo tutto per caso, ma Zaw Zaw ci ha aperto le porte di un luogo magico, regalandoci il momento più bello della vacanza.

Io e Davide, lassù, sul bordo di un templio costruito più di 1000 anni fa, a più di 12.000 km da casa, di fronte a noi una vallata cosparsa di templi, il cielo dipinto con tinte dall’arancio al rosa … cosa desiderare di più al mondo?

Nella mappa troverai la posizione anche di quel tempio (è il tempio nr 690). A destra del tempio si vede la torre panoramica di nuova costruzione (tra l’altro orribile!!).

Se anche tu dovessi arrivare e trovarlo chiuso, chiedi di Zaw Zaw e lui sarà felice di aprirti quel posto speciale; la sua casa è proprio vicina al tempio, è l’unica abitazione in mezzo a quel gruppo di templi! Le strade sterrate in quella zona sono bellissime da percorrere, sarai completamente circondato da templi.

mappa-guatelize-01

clicca sulla mappa per ingrandirla

INFO UTILI

Raggiungere Bagan: Puoi farlo sia in autobus (diurno o notturno), sia in aereo (aeroporto di Nyang-U). Noi siamo arrivati da Mandalay con un volo della KBZ, durata volo 30 minuti!

Ingresso: con qualsiasi mezzo arriverai, per entrare a Bagan si paga una tassa di 25.000 K, della durata di 5 giorni. Noi l’abbiamo pagata in aeroporto.

Ristorante consigliato a Nyaung-U: Myo Myo Myanmar Rice Food. Andateci per pranzo perché poi chiude alle 18! Vi porteranno sul tavolo più di 25 piattini … assaggiate tutto ciò che vi ispira e alla fine pagherete solo quelli che avete mangiato. In ogni caso costa pochissimo!!

Cosa portare per girare a Bagan:

  • infradito o sandali. Nei templi dovrete entrare sempre a piedi nudi e con le calze, sarebbe un continuo togli e metti!!
  • vestiti: per l’uomo vanno bene i pantaloni al ginocchio; le donne devono avere le gambe coperte (quindi pantaloni lunghi o sciarpa o longy, che è la loro gonna tipica … potrebbe essere un utile souvenir da comprare!). Per le braccia, va bene entrare nei templi con la maglietta; vietate invece le canottiere.
  • crema solare (il sole brucia!!!)

Prezzi:

  • bici elettrica: 3000 K al giorno a persona
  • scooter elettrico: 7000 k al giorno (si può andare in due … scordatevi il casco!)
  • acqua grande: 500 k

Orario del tramonto: verso le 18.00-18.30

Orario dell’alba: 5.15-5.30

6 thoughts on “Bagan, emozione pura e un tempio speciale!

  1. Teodoro says:

    Che dire io da grande viaggiatore solo in ottobre sono andato in Myanmar per due settimane ho viaggiato con un amico e una guida privata per tutto il tempo.Una sola considerazione…il viaggio piu appasdionante della mia vita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *