ITINERARIO: 4 GIORNI A TOKYO

Sono passati 2 anni dal mio viaggio in Giappone, ma lo ricordo ancora con tanto affetto e nostalgia. Per quanto i miei viaggi in Asia mi siano rimasti tutti nel cuore, con il Giappone è come se avessi un conto in sospeso! 10 giorni, anche se è un periodo sufficiente per vedere le città principali, non mi sono bastati e la voglia di tornare è tanta.

Se state organizzando anche voi un itinerario in questo Paese, il vostro viaggio non potrà che iniziare da Tokyo. La capitale giapponese è un luogo incredibile. Pur avendo preferito la più “autentica” e tradizionale Kyoto, Tokyo è una città che almeno una volta nella vita va vista, perchè è unica al mondo!

Sarà il primo assaggio di Giappone, e ti troverai catapultato in una metropoli moderna, capace di assorbirti completamente. Essendo la prima volta in questo Paese tutto attirerà la tua attenzione e fotograferai qualsiasi cosa … compresi i wc!!!

Oggi voglio raccontarti come ho organizzato i miei 4 giorni a Tokyo. Ci siamo spostati principalmente con la metropolitana o a piedi, macinando tantissimi chilometri al giorno!

Per aiutarti con la pianificazione degli spostamenti con i mezzi pubblici, ti consiglio di scaricare questa app utilissima: Tokyo Subway Navigation.

Per quanto riguarda il meteo, con noi non è stato molto clemente, dato che pur essendo aprile, ha piovuto quasi sempre:( Ma non ci siamo persi d’animo, Tokyo si può girare con qualsiasi condizione meteo! Quindi, ombrello alla mano … si parte!

Ecco le zone di Tokyo che visiterai in 4 giorni:

GIORNO 1: SHINJUKU e SHIBUYA

Abbiamo avuto la fortuna di trovare un volo diretto da Milano, quindi siamo atterrati all’aeroporto Narita poco prima di pranzo. Sempre che le cose non siano cambiate, esiste un biglietto cumulativo (Keisei Skyliner), al prezzo di 3.500 yen, che comprende il treno dall’aeroporto al centro città (Narita Express) + 3 giorni di abbonamento per la metropolitana di Tokyo (escluse le linee della JR – ma riuscirete a sfruttarlo benissimo lo stesso).

Così facendo in soli 40 minuti sarete alla fermata Nippori, dalla quale noi abbiamo preso la metropolitana per raggiungere Shinjuku (zona che vi consiglio per dormire).

Dopo un viaggio di più di 12 ore, è meglio iniziare l’esplorazione della città con la pancia piena! E quale miglior occasione per provare l’ottimo sushi di Zanmai?

Prendete la metropolitana e scendete a Shibuya Station, per ritrovarvi nell’incrocio pedonale più affollato al mondo! Attraversatelo più volte e osservatelo anche dall’alto entrando nello Starbucks che si trova in un edificio sul lato opposto.  Proprio davanti alla stazione di Shibuya troverete anche la famosa statua del cane Hachiko!

Gironzolate un po’ a caso per il quartiere, facendovi “distrarre” dalle luci e dai colori di Tokyo e, appena la stanchezza si farà sentire, fate ritorno a Shinjuku e ricominciate a girare per le strade di questo caratteristico e animato quartiere.

Cercate un posticino per cenare, vi consiglio un gustoso ramen!

GIORNO 2: ASAKUSA – UENO – YANAKA – YOYOGY – HARAJUKU – OMOTESANDO

Per il secondo giorno la sveglia dovrà suonare presto! Le cose da vedere sono tantissime, quindi concedetevi una ricca colazione e poi si parte!

Prendete la metropolitana e scendete ad Asakusa, uno dei quartieri più tradizionali di Tokyo. Passeggiando per Nakamise Dori, una via pedonale piena di bancarelle con souvenir di ogni genere, arriverete al Tempio di Senso-Ji.

Visitate il tempio, ma prima di andar via dovete assolutamente prendere un omikuji (biglietto della fortuna). Ecco come fare. Vedrete una parete piena di cassettini e vicino un bussolotto metallico. Dovete prenderlo con le mani e agitarlo e mentre lo fate esprimete un desiderio. Scuotendolo dovrà uscire un bastoncino di legno con sopra dei simboli giapponesi (kanji). Cercate il kanji corrispondente tra i cassetti o, fate come me e chiedete ad un giapponese di aiutarvi … a me sembravano tutti uguali!! Aprite il vostro, all’interno troverete un foglietto (l’omikuji) sul quale c’è scritta una “premonizione” sia in giapponese che in inglese. Se il biglietto è fortunato potete portarlo con voi. In caso contrario arrotolatelo e annodatelo su una specie di rastrelliera, chiedendo agli dei di cambiare la vostra sorte! A me per fortuna è andata bene!!

A questo punto sarà più o meno l’ora di pranzo, dirigetevi verso il parco di Ueno. Se sarà il periodo dei ciliegi in fiore, in questo parco avrete l’occasione di osservare tantissimi giapponesi intenti a fare pic nic e a bere come delle spugne! È la loro tradizione in questa stagione, non potete perdervela. Ma soprattutto è uno dei posti più famosi per l’hanami, ovvero la contemplazione dei ciliegi durante la fioritura, sono meravigliosi!! In questo parco ci sono molti punti di interesse. Scegliete voi quali visitare o semplicemente passeggiate per il parco.

Lasciato Ueno dirigetevi nella zona di Yanaka (a piedi o tramite metropolitana, scendendo alla fermata Nippori). E’ un quartiere molto tradizionale, dove sembra che il tempo si sia fermato; il Giappone che piace a me, quello fatto di botteghe, negozietti di alimentari e piccoli ristoranti. A Yanaka troverete anche un suggestivo cimitero che vi consiglio di visitare: oltre alle tombe troverete anche dei sakura stupendi!

Approfittando della bella giornata, continuiamo a fare l’hanami e ci spostiamo in un altro bellissimo parco: Yoyogy. Anche questo è molto grande e pieno di gente … che fa pic nic!

Attraversate il parco e spostatevi in uno dei quartieri più allegri e colorati, soprattutto se ci capitate di domenica: Harajuku. Percorrete la via principale, Takeshita Dori e andate alla ricerca dei cosplayers.

Concludete la lunga giornata con una passeggiata per la via chic di Omotesando, dove troverete le boutique dei grandi stilisti. La cosa interessante non sono i prodotti in vendita (che trovate anche a Milano!) ma l’architettura degli edifici, progettati da architetti famosi.

Fate ritorno a Shinjuku per cena (oggi farei una tempura!) e poi potete svenire a letto!!

GIORNO 3: TSUKIJI – GINZA – YURAKUCHO – AKIHABARA

Oggi potete scegliere se alzarvi presto … o alzarvi prestissimo!! Se ve la sentite (e noi ahimè NON ce la siamo sentita …) svegliatevi alle 3.30 e andate al famosissimo Mercato di Tsukiji per mettervi in coda per l’asta dei tonni. Attenzione perché hanno posto un limite e fanno entrare massimo 120 visitatori al giorno per assistere all’asta. Se riuscirete ad entrare, aspettate l’inizio dell’asta prevista per le 5.00.

Finita l’asta, visitate il mercato e poi andate a fare colazione con dell’ottimo sushi. Qui ovviamente è freschissimo e squisito … unico inconveniente, vi toccherà fare una bella fila per mangiarlo!

Se come noi decidete di non arrivare per l’asta, cercate comunque di arrivare presto al mercato. Già alle 9 c’era tantissima gente, personale al lavoro sui muletti che spostava enormi casse di pesce, sfrecciando a tutta velocità … attenzione perché se non stai attendo rischi di essere investito … come è successo a me!! Ma questa è tutta un’altra storia (e per la cronaca … non mi sono fatta male!!).

Dopo aver fatto colazione andate a Ginza, un quartiere pieno di negozi e centri commerciali … non mi ha stupito particolarmente essendo un quartiere “di classe” … tutto troppo costoso e moderno! A meno che non vogliate darvi allo shopping, non dedicategli troppo tempo e andate a pranzare nella zona di Yurakucho. Troverete una via molto caratteristica, ricca di deliziosi ristorantini.

Dopo pranzo, finalmente andate nel quartiere più pazzo, colorato e all’avanguardia di Tokyo: Akihabara, la città dell’elettronica! Qui ho trovato il lato futuristico del Giappone che mi aspettavo: vi sembrerà di essere stati catapultati in un manga. Ad ogni angolo troverete centri commerciali enormi di elettronica e sale giochi a più piani (dove ovviamente non potete non entrare e giocare!!).

Passerete un pomeriggio divertente e spensierato!

 

GIORNO 4: ESCURSIONE A NIKKO

Da Tokyo è possibile fare diverse escursioni in giornata. Le più famose sono Nikko e Kamakura. Tra le due abbiamo scelto Nikko, ma se avete un giorno in più fatele entrambe!!

E’ arrivato il momento di attivare il vostro abbonamento per lo Shinkansen e provare uno dei mezzi di trasporto più spaziali che avrete mai preso!! Spazioso, pulito e confortevole!

Noi abbiamo preso il treno delle 8.28 (e se dico le 8.28 è perché è partito esattamente a quell’ora!!!) e in circa 50 minuti siamo arrivati all’intersezione con la Nikko Line, dove abbiamo preso un altro treno che dopo 45 minuti ci ha lasciati alla stazione di Nikko.

Uscite dalla stazione e prendete un autobus che in 10 minuti (1000 yen A/R) vi lascerà al ponte rosso Shin-kyo. Questa è la vostra base di partenza per scoprire l’incantevole cittadina che potrete visitare comodamente a piedi (scarpinando un po’ ovviamente!).

La prima tappa sarà l’”Abisso di Kanman-ga Fuchi”, ovvero decine di statue in pietra che rappresentano il protettore dei bambini e dei viaggiatori … non potete perderlo! Il contesto è molto suggestivo.

Da qui spostatevi, seguendo le indicazioni, al sito dei templi. Partite visitando il Futarasan-jinja, dove abbiamo avuto la fortuna di assistere ad una funzione religiosa, e ammirate la magnifica pagoda di 34 metri di altezza.

Visitate poi il Tosho-gu, un santuario shintoista dove troverete le famose 3 scimmiette “non vedo, non sento, non parlo”. Percorrendo una scalinata in pietra che attraversa il suggestivo bosco, arriverete ad un santuario. (ingresso 1300 yen).

Purtroppo il Rinno-ji era in ristrutturazione … ma voi avrete la fortuna di vederlo!

Questi luoghi sono stupendi proprio perché si trovano in un contesto naturale meraviglioso.

Prendete l’autobus e tornate alla stazione, in tempo per prendere il treno delle 17.30.

Rientrati a Tokyo, dopo aver cenato, abbiamo passato la serata prima nel quartiere Golden Gai, un reticolo di strette vie con dei locali minuscoli: i più piccoli ospitavano solo 6 persone … e quelli più grandi … 15!!!

E per terminare in grande bellezza … karaoke! Noi abbiamo scelto il Pasela (quando selezionate dove fare karaoke ricordatevi di informarvi prima se hanno canzoni in inglese … cantare in giapponese non ve lo consiglio proprio!!). E’ stata una serata divertentissima!!!

ULTIMA SERATA A TOKYO

Il giorno prima della partenza, arrivando da Koyasan, siamo tornati a Tokyo nel tardo pomeriggio. Per l’ultima notte in città abbiamo prenotato un hotel lussuoso ad Odaiba, l’isola artificiale a sud di Tokyo, raggiungibile con una divertente monorotaia che si prende da Shimbashi. E così ne abbiamo approfittato per vedere anche questa tranquilla zona, dove avrete la possibilità di vedere contemporaneamente la statua della libertà e la tour Eiffel, oltre al Rainbow Bridge e alla mega statua di Gundam.

2 thoughts on “ITINERARIO: 4 GIORNI A TOKYO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *